Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Earth Markets | Slow Food | Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS

News

|

Area stampa

|

Contatti

|

English version >

 
Mercati della Terra | Non un mercato qualunque
 

I Mercati della Terra e il Terra Madre Day


Il secondo Terra Madre Day è stato festeggiato anche quest'anno con feste, cene, convegni, eventi in moltissimi luoghi del mondo. Fra questi non potevano mancare i Mercati della Terra, una location che si presta in maniera particolare alla festa del cibo locale.

 

A Beirut, il mercato di Hamra ha organizzato l'evento Lebanon's Bread, Wine and Cheese: venerdì 10 sono stati offerti al pubblico del mercato pani tradizionali e piatti ottenuti dalle 20 varietà di grano libanesi, selezionate e catalogate da una ricerca dell'Università Americana di Beirut. I piatti sono stati preparati dagli chef libanesi di Terra Madre, e accompagnati da vini e formaggi del territorio. Il Libano ospita una grande biodiversità agricola, perlopiù sconosciuta anche alla popolazione locale; l'intenzione è proprio quella di portare alla luce questa ricchezza.


A Bucarest, il palazzo ARK Bursa Marfurilor (sede del mercato Targul Taranului) ha ospitato sempre il 10 dicembre un incontro dedicato al PAES, il Piano per una Agricoltura Giusta e Sostenibile, e ha presentato il Manifesto del Cibo, della Biodiversità e del Patrimonio Culturale Rurale elaborato durante l'ultimo Terra Madre Balcani. Sabato 11 dicembre le comunità del cibo che fanno riferimento al convivium Bucarest Valahia Gusturilor si sono riunite attorno a un tavolo proprio in occasione del mercato, per il pranzo denominato Terra Madre Day: Slow Food, not fast food!. Sono stati serviti i salumi affumicati e i formaggi del mercato, e piatti della tradizione romena insieme con i vini della Domeniile Franco-Romane.

 

Cinque Mercati della Terra italiani hanno organizzato edizioni speciali per il Terra Madre Day.
A Milano, sabato 11, il mercato del Parco Formentano ha festeggiato anche il proprio primo compleanno. Presenti i produttori dei Presìdi italiani del Bitto storico, del Bagoss di Bagolino, dello Stracchino all'antica, dell'Agrì della Val Torta e del Cappone di Morozzo, e quelli internazionali dei Datteri dell'Oasi di Siwa e del Caffè di Huehuetenengo. Il mercato ha organizzato inoltre gli Assaggi di Laboratori del Gusto e numerose iniziative per i bambini; è stato inoltre possibile comporre il proprio pacco di Natale, acquistando direttamente dai produttori del mercato, grazie all'iniziativa Facciamoci un sacco di Auguri!!!. Dulcis in fundo, la cucina di strada, con le degustazioni di piatti realizzati con i prodotti del mercato.

 

A Bologna le tre condotte di Bologna, Imola e di Samoggia e del Lavino hanno festeggiato sabato 11 nel cortile del Cinema Lumière con i cibi e le orchestre di strada. Polenta e ragù, la torta degli addobbi e la sfoglia fritta cucinate dalle signore del Centro Sociale Giorgio Costa, un pinzimonio d'inverno con sedano, cardi finocchi e olio delle colline imolesi, preparato dalla Condotta di Imola, e ancora il castagnaccio di Marroni IGP di Castel del Rio, preparato dalla Pro Loco, e il vin brulé preparato dalla Condotta di Bologna. Tra un piatto e l'altro, la Banda Roncati ha proposto la musica popolare bolognese e i giovani imolesi Limònchiki hanno allietato il pubblico con musiche mediterranee e balcaniche. Per i più piccoli, ma anche per i grandi, un percorso sensoriale a cura delle Condotte di Imola e di Bologna, e la fisarmonica e le marionette del Teatrino a Due Pollici.


A Calamandrana (AT) la condotta Canelli Val Bormida Langa astigiana ha organizzato per il 10 dicembre l'evento Càuda Mandrana, una cena con i prodotti del mercato, inclusa una grandiosa bagna cauda e il pinzimonio con le verdure del mercato, oltre ad altre delizie tipiche del territorio del sud astigiano accompagnate dai grandi vini locali.


A Umbertide (PG) la condotta Alta Umbria ha organizzato sabato 11 dicembre presso il mercato inaugurato di recente la Zuppa in piazza, zuppa colettiva per il pubblico del mercato con un banco di assaggio dei vini locali in collaborazione con il Gruppo Vino dell'Umbria. L'iniziativa è stata organizzata insieme a Slow Food Umbria.

 

Infine, ma davvero non meno importante, il Terra Madre Day è stata l'occasione, domenica 12 dicembre, per l'inaugurazione del Mercato della Terra di Colorno , l'undicesimo del nostro paese e il secondo in Emilia Romagna. Organizzato dalla condotta di Parma e dal Comune, parte della Associazione dei Comuni Virtuosi, il mercato ha visto la partecipazione di circa 20 produttori locali selezionati con grande attenzione proprio dalla condotta, e si svolgerà regolarmente a partire dalla prossima primavera.


Tra gli eventi che hanno preso i Mercati della Terra come modello per il Terra Madre Day, il nuovo Convivium di Cali in Colombia ha messo insieme i produttori delle comunità del cibo locali, i membri dell'Asoproorgánicos Organic Market e gli chef di Terra Madre che hanno utilizzato i prodotti del mercato per preparare piatti speciali per l'evento. Sonia Serna, uno dei fondatori del convivum, ha commentato: "questo evento è stato la prima attività ufficiale del nostro convivum, utilizzando il modello di un Mercato della Terra basato sui principi del cibo buono, pulito e giusto.


Nel frattempo, negli Stati Uniti, anche un'altra giovane condotta ha espresso il proprio desiderio di unirsi alla rete internazionale dei farmers' markets. Slow Food Redlands ha festeggiato il proprio primo anno proprio al Terra Madre Day con una cena, durante la quale la fiduciaria Stephanie Georgieff ha dichiarato di voler lanciare il primo Mercato della Terra nel paese all'inizio del 2011: "Slow Food Redlands sta lavorando con il Grove School's farmer's market e la Fondazione Slow Food per portare avanti il progetto."


In Olanda, gli studenti dell'Hohenheim University si sono imbattuti in un piccolo Mercato della Terra con produttori locali di miele, frutta e verdura biologica e vino nell'atrio della Facoltà di Biologia in occasione del Terra Madre Day, organizzato dall'associazione studentesca FRESH. L'organizzatore Steffen Schweizer ha commentato: "Molti studenti hanno mostrato curiosità e interesse all'incontro con i produttori e contadini dell'area, ed hanno potuto scoprire che la varietà e la qualità alimentari non sono necessariamente costose o inavvicinabili."


In Serbia, Slow Food Belgrado ha collaborato con i Gradske Pijace (mercati municipali) per presentare la propria rete locale di piccoli produttori ad una più grande audience di consumatori, ospitando un Mercato della Terra per il Terra Madre Day. I produttori locali sono stati selezionati dal convivium e invitati a vendere i propri prodotti direttamente ai residenti della capitale serba.

 

Per altre storie e immagini degli eventi del Terra Madre Day, o per cercare altri avvenimenti sulla mappa:
http://www.slowfood.com/terramadreday/pagine/eng/esperienze.lasso
http://www.slowfood.com/terramadreday/pagine/eng/mappa.lasso

 

(Immagini di Tiberiu Cazacioc, relative al Terra Madre Day di Bucarest)

 



     
« Prev Next » Archivio News
 
 
I Mercati della Terra e il Terra Madre Day I Mercati della Terra e il Terra Madre Day I Mercati della Terra e il Terra Madre Day


 
Earth Markets | Partners
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab