Slow Food Slow Food Donate Slow Food Join Us
 
 
Earth Markets | Slow Food | Fondazione Slow Food per la Biodiversità ONLUS

News

|

Area stampa

|

Contatti

|

English version >

 
Mercati della Terra | Non un mercato qualunque
 

Appello a sostegno del Mercato della Terra di Milano


Raccolta di firme per rendere il più grande Mercato della Terra italiano un appuntamento settimanale.

 

 

banner_appello_mdt_mi

 



ai candidati sindaco di Milano

Con la presente chiediamo che il Mercato della Terra di Milano diventi stabile e settimanale.

Il Mercato della Terra è promosso da Slow Food Italia, Slow Food Lombardia e Slow Food Milano, nell’ambito di Nutrire Milano, un progetto in collaborazione con Politecnico di MIlano - Dipartimento INDACO e Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. Il mercato è stato inaugurato il 12 dicembre 2009, e si effettua il terzo sabato di ogni mese, presso il Parco Formentano, Largo Marinai d’Italia. L’area in questione è pubblica e nella sua storia è stata sede del secondo verziere, il verzée milanese, che fu aperto nell’aprile 1911 per ospitare gli agricoltori provenienti da tutto il territorio regionale. Il Mercato della Terra ospita 45 produttori per ogni edizione, selezionati tra le aziende del Parco Agricolo Sud Milano e il territorio circostante in un raggio di circa 40 Km dalla metropoli.

Il Mercato della Terra ospita 45 produttori per ogni edizione, selezionati tra le aziende del Parco Agricolo Sud Milano e il territorio circostante in un raggio di circa 40 Km dalla metropoli.

Gli obiettivi del mercato sono sostanzialmente tre:
• Promuovere la vendita diretta di buone produzioni agricole e alimentari di qualità e di prossimità.
Si sostengono così importanti ricadute ambientali, sociali ed economiche sul territorio.
• Facilitare l’incontro tra chi produce e chi acquista, tra chi coltiva e chi cucina, realizzando nei fatti un’alleanza vera e costruttiva tra soggetti diversi che può migliorare le abitudini alimentari della città e il territorio agricolo circostante.
• Educare la popolazione milanese ai temi della sostenibilità ambientale, della corretta alimentazione e del giusto valore del cibo. Per noi il cibo non deve essere visto solo come carburante, ma piuttosto in quanto risorsa di qualità, a garanzia di salute, benessere e convivialità.

Vogliamo che il Mercato della Terra diventi settimanale, perché solo così potrà efficacemente raggiungere gli obiettivi che si pone: soprattutto influire sull’economia delle aziende, garantendone la sopravvivenza e incentivando il cambiamento verso un’agricoltura rispettosa dell’ambiente e capace di sostenersi, nutrendo più adeguatamente Milano e il suo hinterland.

Affianca Slow Food nel promuovere questo appello il gruppo Esterni - impresa culturale che da più di 15 anni si occupa di riprogettazione di spazi pubblici e creazione di eventi di aggregazione al fine di permettere alle persone di riappropriarsi dello spazio comune, del territorio e della propria identità locale. Esterni organizza circa 20 progetti/anno principalmente sul territorio milanese e, tra questi, ricordiamo il Milano Film Festival - rassegna cinematografica che raccoglie ormai più di 15.000 spettatori nell’arco della settimana di programmazione - e il Public Design Festival, in occasione del Salone del Mobile di Milano. Oltre alla grande competenza in fatto di organizzazione e gestione di eventi nello spazio pubblico Esterni vanta una competenza più specifica grazie alla partecipazione diretta al progetto Cascina Cuccagna volto al recupero di una delle più antiche cascine agricole milanesi dove viene settimanalmente svolto un mercato agricolo. Ad arricchire il gruppo promotore c’è anche lo chef alimentarista Pietro Leemann, che da sempre, attraverso la sua cucina e la selezione di prodotti del suo ristorante, propone una alimentazione sana, che considera inscindibile la relazione tra mente e corpo. L’assoluta attenzione per il prodotto e per la sua genuinità lo rende un referente fondamentale a sostegno al progetto.

Vogliamo che il Mercato della Terra non resti solo una parentesi nella storia del quartiere di Porta Vittoria, ma diventi un’occasione stabile di scambio, di dialogo e di incontro tra campagna e città e, perché no, un caso esemplare per le altre metropoli.

 

CLICCA QUI PER FIRMARE L'APPELLO

 

 

 



     
« Prev Next » Archivio News
 
 


 
Earth Markets | Partners
 
 
 

Slow Food - P.IVA 91008360041 - All rights reserved

Powered by Blulab